Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - claudio65

Pagine: [1] 2 3 4 ... 38
1
Joomla! 3 / Re:CRM
« il: 13 Lug 2018, 07:54:08 »
Certo la newsletter può vivere indipendente, ma a mio avviso se un’azienda desidera mettere a disposizione (download) dei propri clienti o potenziali clienti documenti informativi di diversa natura e fare marketing in relazione alla tipologia di documenti scaricati dai clienti deve far interagire i componenti software atti a permettere i download con il CRM e successivamente con gli strumenti di marketing quali a titolo esemplificativo ma non certo esaustivo le newsletter.

2
Joomla! 3 / Re:CRM
« il: 12 Lug 2018, 19:32:09 »
Citazione
In rete trovi molti crm free. Il fatto è che un cms ha scopi diversi. Un CRM ha i suoi utenti, perché dovrebbero interagire con joomla o vicevetsa?


Be uno fra i tanti Vtiger, comunque dovrebbe interagire con Joomla ed in particolare con le newsletter per questioni di marketing, so che con Vtiger dovrebbe esserci la possibilità di interagire con il CMS ed in particolare con alcuni componenti dello stesso, ma no ho idea di come si attui tale interazione.
Naturalmente questa non mi pare la sede giusta per sviscerare la tematica, piuttosto cercherò letteratura in merito.

3
Joomla! 3 / Re:CRM
« il: 12 Lug 2018, 15:40:21 »
In tuta franchezza non avrei idea di come far interagire un vero CMR con gli utenti registrati al sito

4
Joomla! 3 / Re:CRM
« il: 11 Lug 2018, 23:55:41 »
Cosa proporresti tomtom?


5
Joomla! 3 / Re:CRM
« il: 11 Lug 2018, 18:11:55 »
Grazie per la prontissima replica, carina anche quella del logotipo.
Ho però visto che questo componente è "This extension does NOT implement the Joomla! Update System " il che non è un fattore trascurabile.


Sempre nella JED ho visto anche vBizz che non mi pare male nessuno la conosce?


https://extensions.joomla.org/extensions/extension/marketing/crm/vbizz/

6
Joomla! 3 / CRM
« il: 11 Lug 2018, 17:20:41 »
Ciao a tutti,
non ho mai testato alcun componente CMR per Joomla e visualizzandoli nella JED ho riscontrato una discreta possibilità di scelta.
Tra le esigenze avrei anche quella di interfacciare il CMR con Acymailing, naturalmente vorrei utilizzare un componente che sia in costante aggiornamento e con un buon supporto tecnico.


Qualcuno di voi ha già avuto modo di provarli e quindi di potermi consigliare in merito?


Grazie fin d'ora

7
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 22 Mag 2018, 14:38:40 »
Citazione
tacito consenso
Mmmm il concetto del tacito assenso direi si possa considerare nei rapporti con le pubbliche amministrazioni.
Con le persone fisiche e quelle giuridiche a naso direi che non è applicabile.


Diversamente ti potrei rifilare un servizio a pagamento se non rifiuti, ma questa pratica scorretta è stata usata da alcuni operatori telefonici successivamente sanzionati http://www.blogstudiolegalefinocchiaro.it/tutela-dei-consumatori/addebiti-irregolari-antitrust-multa-quattro-operatori-telefonici/


Del resto mi pare piuttosto inutile inviare newsletter a chi non è interessato, la tecnica di sparare nel mucchio non ha in genere un buon ROI

8
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 21 Mag 2018, 18:48:24 »
Anche lo sviluppatore non è una fonte al 100%, ma certamente ha un suo peso specifico, comunque sia ricordiamoci che il principio base del GDPR è accountability  :)

9
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 21 Mag 2018, 18:25:44 »
Citazione
Nell'esempio che ci indichi le caselle sono già flaggate, è corretto che sia così? Non dovrebbe valere la stessa regola dei form sul consenso al trattamento dati?
Che sia corretto al 100% allo stato dell'arte non posso affermarlo, certo è che un conto è il consenso al trattamento altra cosa sono le regole in merito di cookies. Con il passare del tempo quando la confusione in merito scemerà e le varie questioni si faranno più definite, sarà sempre possibile renderle non flaggate.
Guardando alcuni siti di test indicati anche su questo topic le caselle risultano già flaggate ma vistasi la gran confusione che regna non sono certamente fonti autorevoli al 100%. https://www.cookiebot.com/it/cookie-consent/

10
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 21 Mag 2018, 15:20:16 »
Citazione
Dove sarebbero le famose caselle di spunta per permettere la scelta di quali cookie bloccare?Io ho trovato soltanto una barra informativa con i pulsanti accetta o rifiuta...


Nel componente gdpr 1.3 ci sono le caselle di spunta le puoi vedere presso questo link: https://larnsrl.it/

11
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 15 Mag 2018, 23:11:51 »

Un regolamento Europeo può essere prorogato solo da una fonte di uguale livello, ergo non certo da un singolo stato membro.

12
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 15 Mag 2018, 19:46:26 »
Mi pare alquanto strana questa presunta proroga, per quel poco che ne so un regolamento Europeo può essere prorogato solo da una fonte di uguale livello, ergo non certo da un singolo stato membro.
So che in Francia hanno dato un “periodo di grazia” di 90 giorni, dove in caso di controllo vedono se caschi dal pero o meno e quindi ti stai preparando.
Ma niente di più


13
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 15 Mag 2018, 19:19:09 »
Citazione
Notizia confermata 6 mesi ulteriori di proroga.
La fonte?

14
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 11 Mag 2018, 18:37:53 »
Concordo 100% con Frascan,
personalmente ho la fortuna di essere in amicizia con un avvocato specializzato in diritto informatico e docente presso l’università di Torino, non ché relatore per Privacy !talia, nel 2014 è stato relatore al JoomlaDay Milano proprio in merito alla privacy.
Naturalmente non amo approfittare delle amicizie e quindi gli ho chiesto e gli chiederò semplicemente quali sono le priorità e che direzioni seguire, per il resto mi smazzerò autonomamente i vari oneri e adempimenti.
Nello spirito di community ho proposto in un mio post di questo topic la formazione di un gruppo per ottenere tali informazioni con una minima spesa per ciascun partecipante, ma dal riscontro ottenuto direi che lo spirito della community si ferma al semplice interscambio d’informazioni.
A seguito gentile invito, questa mattina ho partecipato ad una riunione tenuta dal consulente privacy presso un’azienda mia cliente, in quanto sono interessato anche ai diversi aspetti che esulano il discorso web e il consulente in questione mi è parso discretamente preparato.
La cosa che più contrasta nel GDPR  per quanto riguarda il nostro bel paese, è che si basa sul concetto di “accountability” forse tale concetto è chiaro e fisiologico per i nostri cugini nord europei, ma ahimè per buona parte dei nostri connazionali è semplicemente un inglesismo.
Ragionando comunque con chi è al dentro della materia, possiamo affermare che essendo il GDPR per sua natura vago e in molti ambiti non foriero di chiare e precise indicazioni, il principio d’adottare è quello di previdenza o come si dice in termini giuridici “con la diligenza del buon padre di famiglia”
 
Usando una metafora, se le forze dell’ordine mi fermano alla guida del mio veicolo per una piccola distrazione che mi ha portato ad infrangere il codice della strada, ma il mio veicolo risulta in regola con l’assicurazione, gomme, stop ecc. ecc. ed il mio atteggiamento nei loro confronti è quello di chi sa che stanno facendo il loro mestiere, è facile che mi diano un semplice ammonimento, se invece ho l’assicurazione scaduta le gomme lisce ecc. ecc. e mi pongo in modo scontroso o supponente, è più probabile che mi sanzionino.
Citazione
Mi sembra un'ottima cosa che lo sviluppatore sia sul pezzo e faccia le dovute correzioni prima che entri in vigore il GDPR
Certamente uno sviluppatore professionale e serio ha questo tipo d’approccio e aggiungerei che le correzioni molto probabilmente dovranno essere fatte anche dopo l’entrata in vigore.
 
Allo stato dell’arte i nostri governati non hanno ancora definitivamente redatto il decreto attuativo, ergo ……

15
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 11 Mag 2018, 17:19:48 »
Direi che matty80 e Tomtom dicono giusto.


Personalmente ho acquistato per conto di un cliente che non ha voluto dare ascolto al mio consiglio nel quale gli dicevo che sarebbe stato meglio attendere un pochino, vistosi che la situazione è ancora in pieno movimento, il componente GDPR di JExtentions Store.


Riscontrata la mancanza della possibilità di selezionare le diverse tipologie di cookies, ho girato allo sviluppatore il quesito a tal riguardo, e la risposta come era facile supporre è stata la seguente:


Hi,
this feature has just been developed and included in the upcoming version 1.3
Please be patient, we are going to release it in the next hours.


16
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 08 Mag 2018, 17:18:14 »

Concretizzare è un verbo che mi piace.
La confusione in riguardo al da farsi è tanta vedo e ritengo sia fisiologica, personalmente ho anche visualizzato alcuni video del garante ma come potrete riscontrare anche voi, tante parole sull’astratto ma di concreto poco.
Vistosi che noi tutti facciamo un mestiere diverso da quello dell’avvocato, anziché continuare ad esprimere la nostra opinione senza certezze, forse sarebbe il caso di consultare un professionista che sia al dentro della materia.
Si certo il costo di una consulenza per molti di noi, me compreso, non è sostenibile, ma nello spirito della comunità quale questa di Joomla si potrebbe ipotizzare la formazione di un gruppo il quale esborsando un modesto contributo per ogni singolo membro, si faccia fare una consulenza generale sulle linee guida da seguire.


La discussione sul forum è interessante e utile ma se rimane tale quella attuale mi pare sia difficile concretizzare con passo certo verso GDPR compliance.


Se alcuni di voi sono interessati ad unire le forze per ottenere un risultato comune con un minimo sforzo economico potremmo metterci d’accordo, individuare una persona che risponda alla figura professionale di nostra necessità, magari aprire un gruppo WhatApp  e procedere.


Cosa ne dite?

18
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 24 Apr 2018, 17:26:09 »
Ciao a tutti,
in buona parte condivido quanto detto da Tomtom, per quanto riguarda la messa in regola dei vecchi siti la mia preoccupazione riguarda i vecchi siti 1.5 -2.5  per i quali quasi certamente non verranno scritti componenti, ergo si dovrà fare tutto a manina e quindi lavorarci più a lungo, in questi casi se pensiamo ad un proprietario di sito che non si preoccupa minimamente di avere un sito aggiornato e attuale, possiamo facilmente intuire che sia poco propenso a scucire qualche Euro per l’adeguamento quindi più che opportunità diventa un problema.
Dal punto di vista legale ho consultato un mio amico avvocato e docente di diritto informatico il quale è stato relatore sulla privacy alcuni anni or sono a Joomla day Milano, gli ho posto la mia domanda con mia relativa risposta (un po’ marzulliana) che riporto di seguito:
mia domanda
Citazione
Se dopo essere stato opportunamente informato da me, magari via PEC, il titolare del trattamento non procede con la redazione di un contratto dove si specifica chi è il titolare, chi è il responsabile ecc. e non mi dà mandato di provvedere alla pubblicazione di tali dati sul proprio sito, chi risponde in solido di eventuali violazioni della privacy?
Mia risposta Marzulliana:
Citazione
La mia risposta è che essendo stato ufficialmente e in modo documentabile informato, il titolare del sito e quindi del trattamento, disattendendo quanto prescritto dal GDPR si assume tutte le responsabilità del caso, salvo a danni dovuti a colpa grave o dolo procurati da terzi.
 
Stessa cosa per quanto riguarda il certificato SSL, io informo il titolare che non è obbligatorio ma fortemente raccomandato l’utilizzo di certificati di criptazione, se poi il titolare ritiene non opportuno adottare tale misura se ne assume tutte le responsabilità.
Risposta avvocato:
Citazione
Qui concordo con te. Se non hai un incarico che prevede tale attività, è essenziale che tu tenga traccia (perfetta la PEC) delle tue comunicazioni in cui gli dici di cosa c'è bisogno di fare per rispettare GDPR. Anche perché non sei un DPO ma al limite sei un responsabile esterno del trattamento relativamente all'attività che svolgi.
Quindi con tale risposta possiamo dire che i clienti recalcitrati nel esborsare per adeguarsi alla normativa si possono sistemare con una PEC anche se bisogna prima valutare bene e capire cosa si deve fare per essere GDPR compliance.


In merito ad un livellamento dei prezzi dei siti web, concordo pienamente con Tomtom, anche se non sarei così fiducioso, in particolare per quanto riguarda l’Italia nella quale finisce sempre tutto a tarallucci e vino.
Personalmente non ho ancora sentito di siti sanzionati per inosservanza della normativa 2014 riguardante le cookies, eppure se ne trovano ancora molti in rete, d’altro canto sarebbe auspicabile un’azione sanzionatoria per i cugini, cognati e sviluppatori della domenica, sarebbe un evento qualificante per chi come noi si spacca la testa e non solo per fare le cose al meglio, ma come accade sempre nel nostro bel paese sta bene chi se ne sbatte e fa il furbo a scapito delle persone serie.


Quanto sopra anche se demoralizzante non ci esime dal continuare a fare le cose al meglio per quanto mi riguarda.
Dal punto di vista pratico a mio avviso è ancora tutto da ben definire, in quanto da quanto riferitomi, in Italia debbono ancora emanare il decreto attuativo del GDPR e come al solito verrà fatto 3 giorni prima del 25 maggio se non 3 giorni dopo, ergo conviene tenersi aggiornati e comunicare tra di noi in merito.
Sempre da indiscrezioni provenienti da chi fa il consulente privacy di mestiere, solo il 3% delle aziende si sta preoccupando di rendersi GDPR copliance, io per primo ho alcuni clienti di un certo peso come per esempio una multinazionale con 39 stabilimenti in tutto il mondo, la quale a mia domanda “come ci regoliamo con il GDPR” fatta alcune settimane or sono deve ancora rispondermi, in quanto come dice il mio amico avocato prima di muoversi conviene attendere prima di intraprendere azioni che potrebbero risultare non idonee.


In molti casi nascono particolari esigenze, ad esempio io ho sviluppato un sito fatto per la comunicazione con gli organi di stampa e la popolazione, il titolare del sito e quindi del trattamento dei dati è il mio cliente, ma lo sviluppo della struttura e dei contenuti l’ho fatta in sinergia con l’ufficio stampa / comunicazione del mio cliente che è un terzo soggetto esterno all’azienda titolare. Allo stato dell’arte io intervengo sul sito per quanto concerne gli aggiornamenti CMS, componenti o eventuali modifiche strutturali, ma l’ufficio stampa interviene nel sito con l’aggiornamento dei contenuti, quindi il titolare del trattamento è uno ma i responsabili sono due dei quali necessita delineare bene nero su bianco chi è responsabile di che cosa.


La speranza è che non sia come di frequente accade, nelle quali certe cose vengano fatte per normare e regolamentare ma poi finiscano sempre per colpire i piccoli mai i grandi. Non a caso la bega FB Cambridge Analitica è scoppiata prima del 25 maggio così che se sanzione dovrà essere, sarà basata sulla vecchia normativa e non sulla nuova la quale prevede sanzioni ben più pesanti.


Come diceva quel tale “a pensar male spesso si ci azzecca”  :(

19
Joomla! 3 / Re:Smart Syndication non funziona con Chrome
« il: 12 Mar 2018, 23:27:06 »
Ciao Giuse,
grazie per la conferma, purtroppo è ciò che avevo intuito leggendo qua e la su Goolge.

20

Ciao a tutti,
non mi è mai capitato di dover inserire RSS Feed, ora mi nasce tale esigenza, ergo ho googlato per informarmi.
In merito a questo mio problemini ho anche consultato il forum, ma tra i vari post riguardanti questo argomento ho trovato poche risposte, quindi sono ad aprire questo mio.


Come potrete vedere in questo link ho inserito il modulo Smart Syndication negli articoli nelle categorie "Comunicati" e “Notizie”
 http://www.miteninforma.it/stampa/comunicati.html  http://www.miteninforma.it/stampa/notizie.html


Sembra funzionare tutto a dovere, infatti se visualizzo il sito con Firefox o Explorer selezionando l'icona RSS appare regolare modulo di abbonamento, se diversamente seleziono la stessa icona da Chrome  come potrete vedere, mi appare il codice della pagina.


Googlando ho visto che esistono plugin appositi per Chrome il quale da quanto ho inteso non è predisposto per RSS, so che probabilmente la soluzione sta nei PLG, ma vistosi che domandare è lecito, che voi sappiate esistono plugin Joomla o modifiche al codice di  Smart Syndication che bypassino questo inconveniente?

Pagine: [1] 2 3 4 ... 38

Torna su