Back to top

Autore Topic: Joomla - Opportunità o concorrenza sleale?  (Letto 11064 volte)

Offline perrillo

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 6
    • Mostra profilo
Re: Joomla - Opportunità o concorrenza sleale?
« Risposta #20 il: 20 Ott 2008, 10:55:26 »
Non metto in dubbio i vantaggio promozionali, non metto in dubbio il fatto che sia un ottimo prodotto, e non mi riferisco ai vantaggi dell'open source per le grandi aziende.

Io mi arrabbio con chi è sleale, e vende prodotti fatti con joomla con scarsa cultura professionale e magari a prezzi che vanno oltre il servizio..

Cmq, a parte un cms, ho fatto progetti che vanno al di la della concorrenza che puo fare joomla, eppure un "perditempo" mi ha chiesto un bel giorno: Ma che l'hai fatto in Joomla?

A parte l'incompetenza che puo avere o meno il tipo, non è bello poter dire: L'ho fatto intermente io!?

Quando un "io so fare i siti" si chiede "se è fatto in joomla" e come lui ce ne sono a migliaia, io come mi devo sentire?

Io non attacco gli sviluppatori che hanno fatto una scelta, ma attacco chi da la libertà senza controllo, il software allo sbaraglio.


 

Offline = odino =

  • Instancabile
  • ******
  • Post: 5696
  • Sesso: Maschio
  • "In realtà li trasforma in menomati" Danzel
    • Mostra profilo
Re: Joomla - Opportunità o concorrenza sleale?
« Risposta #21 il: 20 Ott 2008, 11:20:03 »
Hai ragione, da domani proporrò al DevTeam che solo chi è ZCE possa utilizzare Joomla!.

Perrillo con la tua esperiena dovresti capire che se un cliente va da un'incompetente, anche se paga poco, rimarrà insoddisfatto.

Oppure è un totale rinco, cosa che me lo fa depennare in primis dalla lista dei miei clienti: se vuole "un sito" ( ci vanno gli apici in questo caso ) a 500 euro e trova qualcuno che glielo fa sta sprecando soldi con una persona poco competente.

Per il resto, posso essere più o meno daccordo con i tuoi spunti ( ovvero la classica "perle ai porci" ), nonostante cioè non puoi permetterti di venire qui a prendere per i fondelli gli utilizzatori delle "perle", dandogli subito dei "porci".

Offline Uncino

  • Appassionato
  • ***
  • Post: 277
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Joomla - Opportunità o concorrenza sleale?
« Risposta #22 il: 20 Ott 2008, 11:25:38 »
Forse ti capisco piu' degli altri Perrillo.
Come ho gia' detto lavoro con software proprietario, ma la mia e' una condizione obbligata a causa del particolare settore nel quale da molto tempo mi trovo a sviluppare.
Pero' un milione di anni fa mi capito' sotto le mani una cosa meravigliosa: Il testo sui sistemi operativi di Tanembaum, con riportato l'intero codice del Minix.
Ci lavorai sopra tantissimo, imparai un trilione di cose e lo migliorai molto, sia nella velocita' che nella sicurezza (ad anche in mille altri particolari).
Poi mi capito' anche una commessa per la quale il "mio" Minix sarebbe stato perfetto... e lo vendetti.
Naturalmente, per correttezza, mandai una copia del codice modificato allo stesso Tanembaum per mezzo della casa editrice italiana.
Guadagnai un bel po' di soldi e Tanembaum, che mi scrisse poco dopo, guadagno' sul mio lavoro che introdusse nei suoi corsi.

Ecco, l'ottica con la quale devi guardare all'open source e' questa: Le gelosie devono andare a farsi fott... e tu devi pensare a trarre profitto (e meriti) da quello che sai fare con cio' che la collettivita' ti mette a disposizione e, se possibile, contribuire a far crescere i componenti che ti interessano.

Certo, dire "questo l'ho fatto tutto io" e' ragione di vanto un po' per tutti, ma la realta' e' che ormai i grandi progetti, a meno che tu non abbia un intero team a disposizione, non possono piu' essere affrontati da singoli tenendo il passo dell'open source. Puo' piacere o non piacere, ma e' una realta' di fatto.
Sposta l'argomento del tuo interesse e pensa a creare buoni risultati con quello che puoi usare gratuitamente.
Se i risultati saranno buoni guadagnerai.

In giro ci sono un milione di siti realizzati con Joomla, ed al 99% fanno skifo, mentre noi siamo qui a limare singoli dettagli, a modificare di tre pixel il posizionamento di un oggetto, a cambiare una sfumatura di colore, a modificare a mano i CSS...
Pensi forse che lo facciamo perche' abbiamo le giornate da perdere? O lo facciamo forse perche' i nostri siti e portali sono tanti biglietti da visita da presentare ai futuri clienti?

Fai lo stesso, preoccupati di creare roba professionale e fregatene dei ragazzini che disegnano il loro sito personale, o fanno quattro pagine per il salumiere sotto casa, quella non e' concorrenza, a meno che non sia quello il mercato che ti interessa.

Facci piuttosto vedere qualche realizzazione, cosa che fino ad ora non hai fatto!

Fede
« Ultima modifica: 20 Ott 2008, 12:12:58 da Uncino »
Skype: iz0eyj

Offline kimigon75

  • Esploratore
  • **
  • Post: 120
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Joomla - Opportunità o concorrenza sleale?
« Risposta #23 il: 23 Ott 2008, 12:36:11 »
uscita davvero infelice...........

joomla e' una fantastica realta che avvicina a chi è appassionato della produzione e realizzazione di siti internet...

per fortuna nel vasto campo di internet e dell'informatica in generale non esiste solo il buisness legato a introiti e guadagni ma anche alla voglia di realizzare le nostre passioni....

joomla e' l'unico strumento che abbiamo ....

io per esempio ho pochissima esperienza di programmazione e sviluppo per non dire nulla.

ma sono riuscito a realizzare il mio sito www.pianetabeagle.com non per trovare dei guadagni ma per poter aiutare le persone e i cani e trovare un unico filo conduttore .......

non solo il guadagno è nullo ma ci rimetto tempo e denaro e questo solo perche sono appassionato e non me ne frega niente il prodotto potrebbe essere migliore......
visitate il mio sito www.pianetabeagle.com
il mio imac-forum
www.onthenews.it

aljul

  • Visitatore
Re: Joomla - Opportunità o concorrenza sleale?
« Risposta #24 il: 01 Dic 2008, 03:29:30 »
Schematizzo le mie idee:

- Sono dell'idea che la conoscenza non debba essere venduta.

- Quello che dovrebbe essere venduto è il servizio di supporto correlato alla medesima.

- Il tempo dei programmatori "so tutto io", "faccio tutto io" è, a mio parere, finito.

- Oggi il web non è solo fare un sito accattivante ma molto di più, è una trasformazione della società verso un qualcosa che si può solamente intravedere.

- Dalla parte del cliente adotterei uno strumento che potrebbe essere mantenuto anche da altri programmatori piuttosto che infilarmi in uno strumento proprietario dove per 4 scemenze il fornitore potrebbe chiedermi quello che vuole. Ed è quello che molte aziende hanno fatto negli ultimo 20 anni.

Ciao!



Offline Vulpiani

  • Appassionato
  • ***
  • Post: 360
  • Sesso: Maschio
  • Il mio messaggio è troppo lungo!
    • Mostra profilo
Re: Joomla - Opportunità o concorrenza sleale?
« Risposta #25 il: 01 Dic 2008, 21:16:46 »
Chi non comprende lo spirito Open Source "normalmente"(ci vanno gli apici giusto perchè è un generico) è una persona che si disinteressa a tutto quello che ha a che fare con la cultura, lo spirito libero che anima un gruppo di persone e che gli fa realizzare qualcosa di grande.

Detto questo, è inutile dire,mi pare, ma lo faccio lo stesso per chi non si guarda attorno, che il mercato del Web sta cambiando.
Il webmaster sarà un lavoro che in un futuro (chissà, remoto o prossimo) andrà scomparendo, proprio come il calzolaio o altri artigiani che comunque non hanno risentito così notevolmente (come forse credi di risentirne tu) del "PROGRESSO"!
Ogni nuova tecnologia aiuta l'uomo a superare certi limiti, e quello che ti sta tanto a cuore, cioè la privatizzazione del software è un limite alla stessa evoluzione tecnologica che tanto auspichiamo per raggiungere vette fin'ora inaccessibili.
Software come Joomla! hanno aiutato dei giovani ragazzi a diventare esperti programmatori, hanno aiutato persone che ne avevano assolutamente bisogno, ad aprirsi un sito, mediocre, ma pur sempre un sito, senza dover pagare esorbitanti onorari che magari hanno investito differentemente...
Hanno aiutato in primis ME, ad essere quello che sono oggi, cioè un programmatore!
Senza il supporto di Joomla! probabilmente mi sarei disinteressato alla programmazione, non per pigrizia, ma semplicemente perchè lo studio continuo e forzato e senza un coinvolgimento emotivo continuo (che Joomla! sa suscitare)non sarebbe stato possibile, perchè avevo assoluto bisogno di lavorare (cosa che Joomla! mi ha permesso di fare).
Tante persone hanno beneficiato di questo software magnifico che cresce ogni giorno di più grazie a chi ha già capito da tempo, che i soldi non stanno nel software, ma nell'uso competente che ogni programmatore riesce a far uscire fuori dalla sua fantasia, dalla sua esperienza e dalle sue capacità.

Detto questo, è più inutile ancora dire che il progresso chiude un settore ma ne apre tanti altri, dalla consulenza, alla costruzione dei template, all'hosting, alla costruzione di estensioni a pagamento, al supporto diretto del cliente e tante altre cose che possono aprire un terreno speculativo assai ampio, come vedi quindi, Internet ancora una volta dimostra a se stesso e ai suoi utenti che è un mercato inesauribile, a volte incomprensibile, perchè le masse sono così, ma sempre ricco di idee, di sorprese, di rivoluzione.
Rivoluzione qui, potresti dire, è usato impropriamente, ma la Rivoluzione che cos'è se non un "dinamitare il vecchio" come dice Majakovskij in cambio del nuovo? Che cos'è se non abbattere un regime per dare spazio ai giovani, a chi ha sete di conoscenze e vuole usarle, una volta acquisite, al meglio delle sue possibilità?
Auspico una continua rivoluzione Joomliana negli anni, possa questo CMS vivere il più a lungo e controversamente (perchè la controversia è l'anima dell'idea) possibile.

In quanto a Perrillo, ti invito a riflettere su queste parole, prenderne atto, e agire di conseguenza.

Saluti ai miei Joomliani

Francesco
« Ultima modifica: 01 Dic 2008, 21:21:03 da Vulpiani »
Quando tutto salta
Bisogna fermarlo
con una morsa (mia)

 



Web Design Bolzano Kreatif