Autore Topic: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?  (Letto 3294 volte)

Offline misterx

  • Appassionato
  • ***
  • Post: 551
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! (non ne è il responsabile della gestione) quando esce una nuova versione(es. dalla 1.5.8 alla 1.5.9)?
Aggiornate il sito o no?

Offline sali40

  • Global Moderator
  • Instancabile
  • ********
  • Post: 4791
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #1 il: 14 Gen 2009, 18:02:22 »
dipende dagli accordi, credo. Dipende anche dal livello di "avviamento" che chi ha realizzato il sito ha offerto. Se non ha neppure detto che va tenuto aggiornato, è probabile che l'utente reale neppure sappia che c'è questa necessità.

Se poi il realizzatore non ha neppure detto che si tratta di joomla, come dovrebbe, l'utilizzatore, immaginare.

Questo, in ogni caso, dipende sopratutto dall'etica.

Legalmente suppongo dipenda esclusivamente dagli accordi.

Offline misterx

  • Appassionato
  • ***
  • Post: 551
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #2 il: 15 Gen 2009, 04:30:48 »
E le chiavi d'accesso al backend vengono fornite?

Offline sali40

  • Global Moderator
  • Instancabile
  • ********
  • Post: 4791
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #3 il: 15 Gen 2009, 09:48:45 »
suppongo di poter dire che se non le fornisci è assolutamente implicito che ti occupi tu della manutenzione.

In ogni caso dipende anche qui dagli accordi.

Certo, non fornire le chiavi di accesso, in effetti significa che tu stai solo "concedendo in uso" il sito. Sinceramente non so quanto questo sia in linea con la filosofia open source

SteveTW

  • Visitatore
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #4 il: 15 Gen 2009, 10:23:59 »
Se posso dire la mia, sottolinerei assolutamente che si tratta di accordi precontrattuali.

Personalmente utilizzo ormai al 90% joomla quando mi viene richiesto un sito che possa essere gestito direttamente da colui che paga.

Quindi chiaramente mi sembra che, tra i tanti CMS, proprio joomla soprattutto dalla versione 1.5 sia il più adatto ed affidabile.

Per quanto riguarda gli aggiornamenti delle versioni, in questo caso, oltre ad un discorso che direi va al di fuori dell'etica, utilizzo questo fattore proprio per far capire al cliente che la realizzazione di un sito Internet richiede un costante sviluppo, che chiaramente non può essere gratuito.

Allora.....
- c'è chi questi aggiornamenti li comprende nel canone annuale, e quindi il cliente ha precisi accordi per cui sa che l'agenzia web che ha realizzato il lavoro si preoccupa di tutti gli eventuali aggiornamenti
- c'è chi paga di volta in volta
- c'è invece la situazione in cui, come mi capita spesso, utilizzo io la fase di aggiornamento come scusa per rinfrescare il sito, quindi con la scusa di nuovi aggiornamenti propongo chiaramente ad un prezzo inferiore anche una bella revisione non solo del back-end del sito

In quest'ultimo caso, visto che nessuno lavora per la "gloria", i benefici sono per entrambe le parti.

Non esiste un codice comportamentale secondo me in questi casi, anche perchè il fatto che io dica al cliente quale CMS ho scelto (tutti ovviamente sono consapevoli che non si è realizzato un back-end esclusivo, in quanto i costi sarebbero fin troppo esagerati) non cambia le carte in tavola: vi sfido, girando per le aziende, a trovare qualcuno che già sappia cosa vuol dire CMS, e se lo sa, a vedere se li conosce tutti e se conosce di questi le positività o meno.

Una azienda che vuole sviluppare un sito Internet, se si appoggia esternamente, è proprio perchè cerca un consulente che le garantisca sicuramente un buon lavoro, che la sappia guidare verso il miglior rapporto qualità / prezzo e quindi consigliare la giusta rotta per procedere con la presenza dell'attività su Internet.

Lascio a tutti le proprie impressioni, ribadisco che non si tratta di etica, anche perchè trattandosi di accordi, la truffa o comunque un comportamento non corretto subentrerebbe solamente nel momento in cui noi sviluppatori non manteniamo gli accordi presi..... quindi penso che ruoti tutto attorno a li.

E poi, infine, anche se va un pò fuori dal discorso, evviva l'open source: questo penso sia l'aspetto fondamentale da sottolineare al cliente..... qualcuno diceva che l'informatica in generale deve essere a disposizione di tutti...... come nel suo "piccolo" anche il web..... e quindi evviva chi ha deciso di eliminare a breve tutto ciò che è a pagamento dall'extension directory di joomla.

Offline misterx

  • Appassionato
  • ***
  • Post: 551
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #5 il: 15 Gen 2009, 17:46:04 »
Nel caso in cui, dando le chiavi del backend, il sito venisse modificato leggermente ma in maniera orrenda come ci si deve comportare?

SteveTW

  • Visitatore
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #6 il: 20 Gen 2009, 14:59:16 »
cosa intendi che il sito "venisse modificato"...???

Intendi dire che hai fornito accesso al backend, ma il tuo cliente ha fatto danni o comunque ha scompaginato il sito???

Se fosse cosi, dipende dagli accordi che hai con il cliente.
A coloro a cui io do accesso alla parte amministrativa faccio un breve corso, fornisco una guida, ma se poi devo intervenire sui loro danni, patti chiari ed amicizia lunga.... ovviamente si paga il tempo perso per ripristinare!!!

Offline TheShark

  • Team Joomla.it
  • Abituale
  • *******
  • Post: 920
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #7 il: 20 Gen 2009, 17:26:19 »
A coloro a cui io do accesso alla parte amministrativa faccio un breve corso, fornisco una guida, ma se poi devo intervenire sui loro danni, patti chiari ed amicizia lunga.... ovviamente si paga il tempo perso per ripristinare!!!
E' la seconda volta ti quoto oggi!

SteveTW

  • Visitatore
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #8 il: 22 Gen 2009, 10:34:38 »
A coloro a cui io do accesso alla parte amministrativa faccio un breve corso, fornisco una guida, ma se poi devo intervenire sui loro danni, patti chiari ed amicizia lunga.... ovviamente si paga il tempo perso per ripristinare!!!
E' la seconda volta ti quoto oggi!

Scusa, che significa? Non ho capito.... sarà l'ora...

Offline TheShark

  • Team Joomla.it
  • Abituale
  • *******
  • Post: 920
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #9 il: 22 Gen 2009, 10:35:50 »
Ti ho quotato anche in un altro post questa era la seconda volta.

P.S. Se uno quota vuole dire che ti da' ragione(detto in parole povere)

SteveTW

  • Visitatore
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #10 il: 22 Gen 2009, 10:41:11 »
ahah... per quante se ne sanno.... sono un ignorante!!! Pardon!!! Pensavo di aver detto qualcosa di grave!!!

Offline nasosan

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 15
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Come si comporta chi vende siti fatti con Joomla! quando..?
« Risposta #11 il: 22 Gen 2009, 11:26:42 »
do perfettamente ragione a SteveTW.

gli aggiornamenti o sono compresi nel costo annuale, o vanno pagati, se poi il cliente che ha le psw per agire dentro il sito fa casini, bè.. ci sono i log che dimostrano chi è stato a fare i danni.. e quindi o se li aggiusta, o paga per farseli aggiustare.
questo anche dopo che eventualmente gli si è fatto un corso su come agire... chi sbaglia paga.

 

Host

Torna su