Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - linuxpac

Pagine: 1 [2] 3 4 5 6
21
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 13 Apr 2018, 11:43:52 »
Da questa discussione, a mio avviso, emerge almeno una certezza: ognuno dovrà pensare per sé.

22
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 13 Apr 2018, 11:22:32 »
Certo, me ne fornisco quotidianamente.

No, ti sbagli assolutamente, io sono un libero professionista e vedo il GDPR come un vantaggio, sia come possibile fonte di guadagno sia come un sistema per filtrare chi per il web studia e offre il meglio e chi invece con un template e due testi copiati in giro crea un sito.
Anch'io sono un libero professionista e lavoro da solo. Purtroppo la mia attività non è sufficientemente ben avviata da permettermi di pagare avvocati che mi dicano cosa devo esattamente fare per mettere a norma un sito...
Nel 2015, quando ci fu da adeguare i siti con il bannerino sui cookie, riuscii a studiarmi la normativa e ad arrangiarmi da solo (tra l'altro credo di essere stato uno dei pochi che in Italia ha scelto di bloccare, salvo consenso esplicito, tutti i cookie di terze parti, anche mettendo mano al codice di alcune estensioni di Joomla).
Ma questa volta, con questa normativa, diventerà molto più difficile riuscire ad adeguarsi per un piccolo imprenditore (lo sarà perfino per una semplice parrucchiera che detenga un qualsiasi elenco con nomi e riferimenti dei propri clienti), mentre sarà un medio ostacolo per le "agency" e addirittura un vantaggio per coloro che sono più "grandi".
In altre parole, queste norme servono soltanto ad ammazzare i piccoli e gli "emergenti", a tutto vantaggio dei più grandi e delle "multinazionali" del Web.

23
Joomla! 3 / Re:GDPR, come adeguarsi?
« il: 13 Apr 2018, 10:54:41 »
Io invece spero proprio che il GDPR dia una pulita a tutti i ciarlatani e lasci in piedi solo i professionisti degni di questo nome!
Una agency degna di questo nome di sicuro avrà uno studio legale che fornisce assistenza per questi aspetti.
Ma sai quanto costa anche soltanto una consulenza presso uno studio legale?
Secondo il tuo ragionamento, avrebbero diritto a poter lavorare soltanto le aziende strutturate. Invece non esistono soltanto le "agency", ma anche liberi professionisti seri che hanno diritto di poter lavorare.

24
Ottima soluzione.
Tra l'altro, lo script di "mbabker", qui utilizzato, viene così rivalutato dopo che l'autore stesso fu a suo tempo in qualche modo snobbato, sul forum di Joomla.org (https://forum.joomla.org/viewtopic.php?f=710&t=923725&p=3399195&hilit=postupdate.php#p3399595), proprio per averlo proposto come soluzione anche nei casi in cui certi hosting non permettessero l'aggiornamento "automatico" di Joomla.

25
Ciao linuxpac,
quello script è vecchiotto, funzionava in Joomla 3.6, ma mi pare che non funzioni correttamente con Joomla 3.7

Grazie Alex. Questo script lo avevo infatti utilizzato con successo per alcuni siti problematici, nonostante lo sviluppatore (che tra l'altro mi pare collabori attivamente al progetto Joomla) sia stato - se non ricordo male - ingiustamente maltrattato da alcuni amministratori del forum ufficiale di questo CMS.

Comunque credo che sarebbe altamente auspicabile che il team di sviluppatori di Joomla fornisse uno strumento ufficiale per un corretto aggiornamento di tipo manuale.

26
Qualcuno ha mai testato questo script php, da eseguire subito dopo un aggiornamento FTP?
https://gist.github.com/mbabker/d7bfb4e1e2fbc6b7815a733607f89281

27
Joomla! 3 / Re:Consigli sull'aggiornamento a Joomla 3.7.0
« il: 03 Mag 2017, 09:24:06 »
Ciao Giacomo.
I problemi che riscontri con aruba sono risolvibili chiedendo al supporto, tramite ticket, di spostare il tuo hosting su uno dei loro nuovi server, che sono finalmente compatibili con Joomla e dove puoi attivare anche il PHP 7.

28
Ciao Andrea e complimenti per l'articolo.

Vorrei aggiungere solo che, con certi hosting, l'attivazione della cache del browser tramite file .htaccess (vedi in particolare l'istruzione ExpiresDefault "...") può dare problemi riguardo alla parte testuale/html delle pagine.
Per esperienza diretta e su di un certo hosting diffusissimo in Italia, ho infatti rilevato che, una volta aperte due o tre pagine, cliccando in seguito su voci di menù diverse, vengono sempre mostrate alcune delle pagine aperte inizialmente, a meno che non si faccia un refresh col pulsante apposito del browser (che solitamente causa un rinfresco della cache per quella pagina). Tale problema è ovviamente ancor più rilevante se abbiamo un sito che permette ai visitatori di iscriversi e accedere a un'area riservata.
A tali situazioni, al momento, ho posto rimedio inserendo nel file .htaccess un'istruzione per disattivare la cache del browser per la sola parte html delle pagine (ExpiresByType text/html "access plus 0 seconds").
Ovviamente, ben venga se qualcuno riesce a proporre una soluzione migliore.

29
Joomla! 3 / Re:Nuova voce menù: articolo non va
« il: 13 Giu 2015, 11:36:46 »
Niente da fare ho ripristinato tutti i permessi ma la situazione non cambia è davvero assurdoIo l'articolo l'ho già pronto, ma poi come faccio ad aggiungerlo alla voce di menù se mi genera l'errore?
Giusto per assicurarti al 100% che non possa dipendere da qualche cambiamento effettuato dal provider dell'hosting sui propri server, hai provato a fare un backup di tutto il sito e a installare il tutto in un server di sviluppo (WAMP oppure Linux con Apache, PHP e MySQL installati su di una macchina virtuale)?

30
Joomla! 3 / Re:Nuova voce menù: articolo non va
« il: 12 Giu 2015, 22:44:34 »
Ciao alexb76.
Non so su quale provider tu sia, ma potrebbe trattarsi di un problema di diritti su file e directory che potrebbero essere stati alterati nel momento dell'aggiornamento.
Quindi, se il tuo hosting prevede una funzione di ripristino dei diritti, eseguila, lascia passare un po' di tempo (entro 10 minuti dovrebbe essere completata) e poi verifica se tutto è tornato a funzionare a dovere.

31
Articoli della community / Re:Legge sui cookie e Joomla!
« il: 12 Giu 2015, 14:33:44 »
E questione di carattere. Tanti stanno a lungo  con la stessa esitazione di fronte al dilemma se sfilare o no le mutandine alla morosa.
Bisogna decidersi. Perchè va a finire che non se le fa più sfilare lei...  Io sfilo... ;D
Be', se è per questo, personalmente non ho esitato ad agire secondo le mie attuali convinzioni, adottando un approccio dettato soprattutto dalla prudenza di fronte a tanto caos.

32
Articoli della community / Re:Legge sui cookie e Joomla!
« il: 12 Giu 2015, 14:20:49 »
@linuxpacOk resti tra quelli che sbagliano in buona fede  ;D
Sì, ma almeno cerco di non ostentare certezze in una situazione dove il provvedimento è tutt'altro che chiaro.  ;)

33
Articoli della community / Re:Legge sui cookie e Joomla!
« il: 12 Giu 2015, 14:05:47 »
Ma che senso avrebbe costringere i webmaster a neutralizzare gli ip di terze parti lasciando però agli stessi webmaster la possibilità di raccogliere ingenti quantità di informazioni, io lo vedo un controsenso  ;D
.........................
Apparentemente può effettivamente sembrare un controsenso, ma credo abbiano richiesto questa condizione perché le "terze parti" sono solitamente grandi aziende che campano soprattutto sull'attività pubblicitaria. Quindi, affidare a loro dei dati abbastanza specifici come l'IP, senza sapere esattamente se e come li potranno sfruttare, è un "rischio" che evidentemente il Garante ha cercato di limitare.

............................
il garante chiarisce nel doc. 3921331 del 06.05.2015 che "Questo obbligo si applica dunque alla profilazione per finalità promozionali comunque effettuata: sia quella sui dati relativi all'uso della posta elettronica,  sia quella basata sull'incrocio dei dati personali raccolti in relazione all'utilizzo di più funzionalità da parte degli utenti". Sembrerebbe quindi che chi chiunque effettui attività profilazione necessarie alla fornitura del servizio sia sollevato da qualunque obbligo di notifica al garante (ma deve comunque chiedere il consenso all'utente!!!)
Se non erro, questo discorso sulla raccolta dati non è nuovo e risale sempre alla normativa sulla Privacy esistente anche prima del provvedimento sui cookie. Provvedimento che - di fatto - rappresenta una "estensione" di detta normativa.

34
Articoli della community / Re:Legge sui cookie e Joomla!
« il: 12 Giu 2015, 12:18:15 »
.......................
il fatto che si renda necessario mascherare gli ip raccolti da analytics per non incorrere nel suddetto pagamento conferma proprio (sigh!) la mia teoria  :(
Non sono d'accordo, Giovi, per il semplice fatto che l'anonimizzazione dell'IP è richiesta solo in caso si utilizzino servizi messi a disposizione da "terze parti".

35
Articoli della community / Re:Legge sui cookie e Joomla!
« il: 12 Giu 2015, 11:45:24 »
Ragazzi, avete visto che adesso c'è anche la traduzione in italiano?
http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte
Adesso mi è ancora più chiaro che chi parla di necessità di farci carico noi del blocco preventivo dei cookies di terze parti sbaglia o è assolutamente in malafede.
Quando noi abbiamo messo questo link nella informativa estesa mettiamo l'utente nelle condizioni di scegliere se e quali cookies accettare, non solo dal nostro sito, ma anche da tutti quelli che ha visitato e che visiterà in futuro. Figo  :D
Ciao Tonicopi.
Quel sito non basta per il semplice fatto che non è in grado di controllare tutti i cookie di tutte le terze parti. Nella descrizione, infatti, sta scritto:
Citazione
Le società elencate di seguito sono ALCUNI dei provider che lavorano con i gestori dei siti web per raccogliere e utilizzare informazioni utili alla fruizione della pubblicità comportamentale.
Alcuni, quindi, non tutti.
Perciò sbaglierò, ma resto fermo nelle mie convinzioni che sai.

36
Articoli della community / Re:Legge sui cookie e Joomla!
« il: 12 Giu 2015, 10:41:18 »
Se registri un indirizzo ip non mascherato stai registrando un dato personale. Che lo usi o no stai comunque facendo profilazione*. Infatti non è da considerare dato personale un dato che ti consente di identificare immediatamente una persona, bensì "la norma ribadisce che è dato personale anche una informazione che consente di identificare una persona indirettamente, cioè incrociandola con altri dati, come, ad esempio l’orario di connessione, oppure l’accesso ad una postazione controllata (ad esempio in un internet point o in una biblioteca comunale o universitaria, ecc. ). Tali dati, utilizzati insieme, consentono di identificare una persona fisica, grazie ai file di log del fornitore di connessione ad internet ." (Prof. De Vivo, Univ. Camerino)


Lo conferma il D.Lgs. n.196/2003, art. 4, comma 1, lettera b, che recita:
*NB: Per profilazione dell'utente si intende l'analisi ed elaborazione di dati relativi a utenti o clienti, al fine di suddividere l’utenza in gruppi omogenei di comportamento (Garzanti) e non il mero riutilizzo di tali dati. Ne consegue che nel momento in cui hai registrato il dato sui tuoi sistemi hai automaticamente effettuato attività di profilazione.
 
Edit:  conoscendo tuttavia la legge italiana, esisterà sicuramente da qualche altra parte un articolo tanto ambiguo da consentire addirittura una lettura assolutamente contraria a quella legiferata dall'art. 4, finendo come sempre col lasciare le dispute giuridiche in balia del caso o, meglio, dell'avvocato più furbo...
Ciao Giovi.
Se fosse davvero tutto riducibile a ciò che tu hai citato, questo stesso forum (che immagazzina l'indirizzo IP di chi commenta), così come molti altri, sarebbero tenuti alla "notifica" al Garante con relativo versamento...  ???

Quindi penso che quando il Garante parla di "profilazione" si riferisca principalmente a quella che ha come scopo l'individuazione delle abitudini del singolo visitatore al fine di presentare annunci mirati di tipo commerciale (oltre, ovviamente, ad altri trattamenti che possano coinvolgere i cosiddetti dati "sensibili", come l'appartenenza a partiti politici, religioni ecc.).
 

37
Articoli della community / Re:Legge sui cookie e Joomla!
« il: 12 Giu 2015, 00:01:36 »
Non ho trovato riferimenti nella normativa per gli ecommerce, ove anche lì regna sovrana la confusione.
Penso non ci siano riferimenti specifici perché l'e-commerce può essere svolto in vari modi, con o senza l'utilizzo di cookie di profilazione. Quindi, a parte le palesi ambiguità presenti nel provvedimento, mi sembra ragionevole che non si sia voluto toccare ogni caso specifico, bensì uno degli strumenti più utilizzati per individuare interessi e abitudini personali dei navigatori.

38
Articoli della community / Re:Legge sui cookie e Joomla!
« il: 11 Giu 2015, 19:54:13 »
Certo che no, però così potrei fare profilazione, non credo basti il solo affermare di non farla, altrimenti si darebbe modo di farlo  senza controllo.
L'indirizzo IP può essere utilizzato per la "profilazione", anche se poi solo i cookie, più altri metodi che non sto ad elencare, ti potrebbero consentire di tracciare con una certa affidabilità un utente anche in caso cambiasse l'IP con il quale è connesso alla rete (cosa che accade spesso anche con i dispositivi mobili o molti tipi di connessioni ADSL destinate ai privati).
Detto questo, raccogliere IP con strumenti propri non penso significhi automaticamente fare anche profilazione. Perché questa ci sia, dovresti offrire servizi, pubblicità o altre cose mirate basandoti proprio sull'IP e i cookie che il tuo stesso sistema è in grado di gestire.

39
Articoli della community / Re:Legge sui cookie e Joomla!
« il: 11 Giu 2015, 19:16:22 »
Mettere a zero l'ultimo ottetto è anonimizzare l'ip? O no?
Ciao tomtomeigh. Certo che azzerare l'ultimo ottetto è un'anonimizzazione. Ma spero tu abbia letto anche la mia storiella del lupo con l'agnello...  ;)
Ad ogni modo, ciò risponde a quanto chiesto da Garante, anche perché quella funzione di anonimizzazione fu introdotta proprio per andare incontro alle norme restrittive della Germania.

40
Articoli della community / Re:Legge sui cookie e Joomla!
« il: 11 Giu 2015, 19:01:56 »
...........................
Non capisco cosa intendi con User-ID
La funzione User-ID la trovi nelle "Informazioni sul monitoraggio" e la descrizione è la seguente:
Citazione
Lo User-ID ti consente di associare i dati sul coinvolgimento di diversi dispositivi e varie sessioni, per capire in che modo gli utenti interagiscono con i tuoi contenuti in un periodo di tempo prolungato.
Da questo mi par di capire che sia a tutti gli effetti una funzione profilante.

Pagine: 1 [2] 3 4 5 6
Host

Torna su